DONALD TRUMP PER L’ARRESTO DELLA LOTTERIA DELLA CARTA VERDE

Diverse autorizzazioni di viaggio sono rese disponibili dalle autorità americane a seconda del tipo di soggiorno negli Stati Uniti: ESTA per soggiorni brevi nell’ambito del Visa Waiver Program, visti per non immigranti e carta di soggiorno permanente , meglio conosciuta come Green Card. Ogni anno, il governo americano organizza una lotteria in cui si vincono 50.000 carte verdi. Donald Trump sembra tuttavia determinato a segnare la fine della lotteria della Green Card.

TORNA ALLA CARTA VERDE

La carta verde , in carta verde francese, è una carta di soggiorno permanente che conferisce al suo detentore quasi gli stessi diritti del cittadino americano (tranne il diritto di voto e di rappresentanza come giurato).

Questa carta consente quindi a un cittadino straniero di espatriare negli Stati Uniti. Da lì, è libero di emigrare lì per fare uno stage negli Stati Uniti, studiare in un’università americana, lavorare negli Stati Uniti, ecc.

Esistono 8 metodi per ottenere tra cui matrimonio , famiglia o lavoro. In ciascuno dei casi citati, un cittadino americano funge da garante per la persona straniera o, nel contesto di una carta di lavoro verde, la società diventa lo sponsor di un dipendente. I passaggi da adottare variano in base al tipo di sponsorizzazione.

Oltre a essere sponsorizzato, la persona che desidera stabilirsi negli Stati Uniti ha l’opportunità di tentare la fortuna alla lotteria della Green Card . Questa lotteria, istituita nel 1990, fa parte del desiderio di diversificare la popolazione americana (da qui il suo nome di Diversity Immigrant Visa Program). 100.000 partecipanti vengono selezionati casualmente e metà escono con sesamo in tasca. Per poter partecipare, devono essere soddisfatte diverse condizioni, ad esempio essere cittadini di un paese autorizzato.

DONALD TRUMP E LA FINE DELLA LOTTERIA DELLA CARTA VERDE

Donald Trump non mette in discussione il principio della Carta verde ottenuta dalla sponsorizzazione poiché le misure di sicurezza sono, secondo lui, rispettate. D’altra parte, la lotteria della Green Card è sotto il fuoco della critica.

Donald Trump non è stato il primo a criticare la casualità della lotteria Green Card. A seguito degli attacchi di Los Angeles nel 2002, la lotteria è stata considerata un ostacolo alla sicurezza interna quando si è scoperto che l’attaccante viveva negli Stati Uniti sulla base del visto sulla diversità di sua moglie. Questa idea è stata rafforzata con gli attacchi di Manhattan nel 2017 da quando l’autore aveva vinto la sua carta di residenza permanente dalla lotteria Green Card. Donald Trump aveva già dichiarato di voler sostituire il sistema casuale con un sistema basato sul merito.

Donald Trump agirà e finirà la lotteria della carta verde? La risposta potrebbe essere data il prossimo mese, ad ottobre 2018, durante il lancio ufficiale per l’ottenimento delle carte verdi 2020. Ricordiamo che il lancio ha luogo a ottobre, il sorteggio a maggio dell’anno successivo e il processo di ottenuto a luglio. Vincere una carta verde alla lotteria non è un segno di ottenere la carta verde. Il dossier di candidatura deve, infatti, essere presentato all’Ambasciata degli Stati Uniti.

Che a Donald Trump piaccia o no, la decisione di fermare la lotteria della Green Card non è sua. Questo metodo di ottenimento è stato approvato dal Congresso, solo quest’ultimo può metterlo fine. Sono state tuttavia presentate due proposte legislative in tal senso, ma i testi sono ancora allo studio. Sembra quindi che la lotteria della Green Card si svolgerà ad ottobre, come ogni anno. Per quanto tempo?